BLOG

 
NUOVA IMPRESA

Nuova impresa – Contributi per favorire l’avvio di nuove imprese e l’autoimprenditorialità in risposta alla crisi da Covid 19

20 Dic 2021, by YOUR SOLUTION in AIEF, BANDO NUOVA IMPRESA, REGIONE LOMBARDIA

Nuova impresa – Contributi per favorire l’avvio di nuove imprese e l’autoimprenditorialità in risposta alla crisi da Covid 19

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE FINO AD ESAURIMENTO DELLA DOTAZIONE FINANZIARIA E COMUNQUE ENTRO IL 31 MARZO 2022.

Regione Lombardia e il Sistema Camerale lombardo, per favorire la ripresa e il rilancio dell’economia lombarda duramente colpita dalla pandemia Covid 19, promuovono Nuova impresa, una misura finalizzata a sostenere l’avvio di nuove imprese del commercio (inclusi i pubblici esercizi), terziario, manifatturiero e artigiani dei medesimi settori e l’autoimprenditorialità, quale opportunità di ricollocamento dei soggetti fuoriusciti dal mercato del lavoro, attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto sui costi connessi alla creazione delle nuove imprese.

(MAGGIORI INFO TEL. 0372.20405   info@your-solution.it)

NUOVA IMPRESA

Nuova impresa – Contributi per favorire l’avvio di nuove imprese e l’autoimprenditorialità in risposta alla crisi da Covid 19

Con delibera di Giunta del 30 novembre 2021 la dotazione finanziaria del bando è stata incrementata di euro 7,7 MLN., per complessivi euro 11,7 MLN.
Il bando è disponibile sul sito web di Unioncamere Lombardia: 
bando nuova impresa
I criteri della misura sono stati approvati con Delibera di Giunta n. 5090 del 26 luglio 2021, disponibile in allegato.

Con delibera di Giunta regionale n. 5694 del 15 dicembre 2021, disponibile in allegato, sono state ammesse alla partecipazione del bando anche:

  • le imprese costituite in forma cooperativa con i codici ATECO ammissibili elencati nel bando Nuova impresa
  • le imprese del settore costruzioni con codice ATECO primario F e tutti i sottodigit
  • gli intermediari del commercio di cui al codici ATECO G 46.1 e tutti i sottodigit

Con la medesima delibera il termine per la presentazione delle domande è stato prorogato al 31 marzo 2022.

CHI PUÒ PARTECIPARE
Possono accedere le MPMI (secondo la definizione di cui all’Allegato I del Regolamento UE 651/2014 del 17 giugno 2014) che aprono una nuova attività – sede legale e operativa – in Lombardia dopo il 26 luglio 2021, data di approvazione della delibera di Giunta regionale 5090/2021 ed entro il 31 dicembre 2021 nei seguenti settori:

  • del commercio, inclusi i pubblici esercizi
  • terziario
  • manifatturiero e artigiani dei medesimi settori
  • imprese costituite in forma cooperativa
  • imprese del settore costruzioni
  • intermediari del commercio

Più nello specifico, possono accedere ai contributi le MPMI che hanno i codici ATECO primari elencati nell’Appendice 1 al bando.
Oltre a tali categorie possono accedere al contributo anche le nuove imprese iscritte all’Albo delle imprese agromeccaniche di Regione Lombardia.
Per nuova attività si intende un nuovo soggetto giuridico come risultante dall’attribuzione del codice fiscale / Partita IVA da parte dell’Agenzia delle Entrate e non derivante da trasformazione di impresa esistente.
Non si considera nuova impresa l’attivazione di una nuova sede operativa sul territorio Lombardo da parte di imprese già esistenti.

DOTAZIONE FINANZIARIA
La dotazione finanziaria iniziale, pari a € 4 MLN. di risorse di Regione Lombardia, è stata incrementata di € 7,7 MLN. con delibera di Giunta del 30 novembre 2021, per un totale di € 11,7 MLN.

CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE
L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile, che dovrà essere pari ad almeno € 5.000 euro, e comunque nel limite massimo di € 10.000 per impresa.
Tutte le spese ammissibili devono essere sostenute e quietanziate successivamente al 26 luglio 2021 (data di approvazione dei criteri del Bando con delibera di Giunta regionale 5090/2021) ed entro la data di presentazione della domanda.
Nel caso in cui dopo la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande ci fossero risorse disponibili, le stesse potranno essere redistribuite alle imprese beneficiarie incrementando l’importo del contributo concesso in maniera proporzionale e fino al limite massimo del 100% delle spese ammissibili. L’eventuale incremento dell’importo del contributo concesso sarà approvato nel rispetto della destinazione delle risorse in conto capitale.

Le spese in conto capitale sono quelle elencate nel punto B.2 del bando ai punti c), d) ed e).

(MAGGIORI INFO TEL. 0372.20405   info@your-solution.it)

FONTE: REGIONE LOMBARDIA

LEAVE A COMENT