BLOG

 
PATRIMONIO

Patrimonio Impresa

Misura per favorire il rafforzamento patrimoniale delle Pmi lombarde e la ripresa economica

Apertura sportello dall’8 luglio 2021 (ore 12) all’8 novembre 2021 (ore 17)

 

Che cos’è

È l’iniziativa promossa dall’Assessorato regionale allo Sviluppo Economico che finanzia il rafforzamento patrimoniale e gli investimenti in ambiti strategici per il rilancio e la ripresa economica (attrazione degli investimenti, rimpatrio delle produzioni, riconversione e sviluppo aziendale, transizione digitale e transizione “green”) delle PMI e dei professionisti della Lombardia.

PATRIMONIO

Misura per favorire il rafforzamento patrimoniale delle Pmi lombarde e la ripresa economica
Apertura sportello dall’8 luglio 2021 (ore 12) all’8 novembre 2021 (ore 17)

La misura si articola in due linee di finanziamento (Linea 1 e Linea 2) in base alla tipologia di beneficiari (per il dettaglio, vai al paragrafo A chi si rivolge).

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria complessiva è pari a 140 milioni di euro, dei quali:

  • 100 milioni di euro da Finlombarda per i finanziamenti (Linea 2);
  • 40 milioni di euro da Regione Lombardia per i contributi a fondo perduto (Linea 1 e Linea 2) e le garanzie sui finanziamenti concessi da Finlombarda (Linea 2).

A chi si rivolge

Linea 1:

  • PMI costituite come imprese individuali o società di persone (per esempio: S.s. – società semplici, S.n.c. – società in nome collettivo, S.a.s. – società in accomandita semplice), con sede legale o sede operativa in Lombardiaattive da oltre 12 mesi (un anno) che si impegnano a trasformarsi in società di capitali e a versare un aumento di capitale pari ad almeno 25 mila euro entro 60 giorni (due mesi) dalla comunicazione di concessione dell’agevolazione;

 

 

  • i liberi professionisti che svolgono la propria attività professionale in Lombardia da oltre 12 mesi  che si impegnano a trasformarsi in società di capitali entro 60 giorni (due mesi) dalla comunicazione di prenotazione dell’agevolazione e a versare un aumento di capitale di almeno 25 mila euro entro 60 giorni (due mesi) dalla comunicazione di concessione dell’agevolazione.

Linea 2:

  • PMI (comprese quelle che svolgono attività agromeccaniche) costituite come società di capitali (per esempio: Spa – società per azioni, Sapa – società in accomandita per azioni, Srl – società a responsabilità limitata, Srls – società a responsabilità limitata semplificata) con sede legale o sede operativa in Lombardiaattive da oltre 36 mesi (tre anni), in possesso di almeno due bilanci depositati e che hanno già deliberato un aumento di capitale pari ad almeno 75 mila euro.

L’intervento finanziario

Linea 1

  • contributo a fondo perduto pari al 30% dell’aumento di capitale sottoscritto e versato e fino a un massimo di 25 mila euro per impresa.

Linea 2:

  • contributo a fondo perduto pari al 30% dell’aumento di capitale deliberato e sottoscritto e fino a un massimo di 100 mila euro per impresa.

Le Pmi che presentano domanda di partecipazione alla Linea 2 possono richiedere un finanziamento a medio – lungo termine della durata di 72 mesi (6 anni) – dei quali fino a 24 mesi (due anni) di preammortamento – e importo compreso tra 36 mila e 1 milione di euro (nel limite dell’80% del valore dell’investimento ammissibile) assistito da una garanzia regionale gratuita fino all’80% per ogni singolo finanziamento.

In sostituzione o in affiancamento alla garanzia rilasciata da Regione Lombardia, possono essere richieste altre garanzie pubbliche o rilasciate dai Confidi.

Il contributo a fondo perduto è concesso nell’ambito del Quadro Temporaneo fino al termine di validità; la garanzia è concessa ai sensi del Regolamento de minimis.

Cosa finanzia

Linea 1: il valore dell’aumento di capitale deliberato, sottoscritto e versato (min 25 mila euro);

Linea 2: il valore dell’aumento di capitale deliberato, sottoscritto e versato (min 75 mila euro) e le spese sostenute (per esempio, macchinari e impianti di produzione, marchi e brevetti, software & hardware, consulenze e opere murarie) per la realizzazione in Lombardia entro un anno dalla data di erogazione dell’agevolazione di un programma di investimento di valore pari ad almeno due volte quello del contributo a fondo perduto.

 

FONTE: FINLOMBARDA

LEAVE A COMENT